Il racconto di un ragazzo gay e disabile: la strada per la felicità

You may also like...

2 Responses

  1. Gianni Ciulla ha detto:

    Conosco Filippo da anni e mi piace il suo racconto, ma alle volte imparare ad amare se stessi non e’ cosa facile.

  2. Ileana ha detto:

    Conosco Filippo, è un ragazzo stupendo, sensibile, culturalmente preparato, fà piacere stare ad ascoltarlo. Sinceramente la sua disabilità io non la vedo, vedo solo un ragazzo meraviglioso che sà amare il suo prossimo e può dare tanto agli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *